Ariccia e la “gricia”

Senza categoria

Roma è una città che amo, per la sua bellezza, per il clima, per il colore del suo cielo, per le sue Chiese, per i maritozzi alla panna, per il Gianicolo – dove mi piacerebbe tanto vivere, per Trastevere, per il “frittarolo” di Campo dei Fiori – dove si mangia il baccalà fritto con le puntarelle più buono del mondo – e fin qui direi che sono quasi banale, non sono certo l’unica!

Posso dire, con onestà, di conoscere la Città Eterna abbastanza bene, dato che l’ho visitata molte volte, proprio perché Roma mi crea dipendenza.

Però, ogni volta è stato per pochi giorni, non avendo mai abbastanza tempo per soggiornare a lungo, quindi mi sono sempre limitata alla città; fin quando un anno fa, grazie ad alcuni amici, ho avuto l’occasione di fare il giro dei Castelli Romani…

Sono rimasta basita dalla bellezza! Valgono un viaggio a loro dedicato! E mica è tanto strano che nei secoli dei secoli, Castel Gandolfo – vista lago- fu scelta per residenza estiva…  

Se vi capitasse di andare, vi consiglio una fermata – all’ora di cena – ad Ariccia, andate in uno dei numerosi ristorantini del centro e fatevi servire!

Fate fare all’oste, fidatevi, perché gusterete, oltre alla famosa porchetta, i tipici “tagliolini alla gricia… qui mi fermo, perché nun potete capì quanto so’ boni!! Provateli e poi mi darete ragione

Condividi sui social

Menu