Dietro le quinte di Tadà

Le mie storie

Qualche giorno fa sono stata ospite al magazine di Rtv38 “Tadà”, ovviamente a cucinare.

Quello di cui vorrei parlare è, non tanto della trasmissione, ma del “prima” della diretta, di tutto quel muoversi, preparare, provare, sistemare che vede impegnato un bel numero di persone.

La prima cosa che faccio appena arrivata è prendere possesso del cosidetto camerino, arredato con ampi specchi utili al “trucco e parrucco”.

Io che non uso mai il “fondotinta”, mi ritrovo a cospargerne il mio volto con uno strato compatto (serve per non riflettere le luci, che altrimenti farebbero apparire la pelle lucida), finito il maquillage, indosso la divisa da cuoca, quindi sono pronta per entrare nello studio televisivo..

La vera “magia” si trova qui:

i cameramen che sistemano le telecamere, poi la prova microfoni:- Pronto prova, pronto prova!

I saluti con la regista e la conduttrice;

la sistemazione della cucina, aiutata dall’assistente di studio,  dove preparerò in diretta il piatto scelto;

la verifica che ci siano tutti gli strumenti necessari..

Finalmente, in tutto lo studio, arriva la “voce”… tra 1 minuto la sigla! E la bravissima Francesca che con il suo sorriso più bello :- benvenuti a Tadà!

A proposito, la ricetta che ho preparato era: GNOCCHETTI E ZUCCA GIALLA ALLA CARBONARA

Condividi sui social

Menu