In una sera di mezza estate

Le mie storie

Ieri sera era la classica “sera-di-mezza-estate”: caldo afoso, fuori i grilli canterini, la luna e le stelle e le zanzare che ci hanno costrette ad accendere gli zampironi, togliendo così l’eventuale poesia dei grilli e della luna..

In casa, solo io e mia figlia Cecilia, abbastanza annoiate, con quella smania tipica, appunto, delle sere-di-mezza-estate, quando non sai cosa fare, ma ti-fa-fatica-fare-tutto.

Cecilia, allora, ha proposto di vedere un film su una pay tv, nota specialmente tra i giovani, insistendo per Dunkerque: – “Per amor del cielo, mi rifiuto! Non sono proprio dell’umore giusto”

Non perché sia un brutto film, anzi! ma non ero proprio in vena di guerra, dolore, tristezza, lacrime…

Piuttosto avevo bisogno di qualcosa di romantico, di “ti amerò per sempre”, di un film che non facesse troppo riflettere, ma aiutasse a lasciar andare una serata-di-mezza-estate…

Così, mentre Cecilia scorreva l’elenco, sempre per assecondare quella voglia di non so che, ho preparato un gelato ai frutti di bosco, veloce, fresco e leggero (nel congelatore tengo sempre della frutta preparata, in modo tale che anche senza tanti preavvisi, sono pronta per fare un dessert veloce).

Infine, abbiamo optato per “The Wedding Date – L’amore ha il suo prezzo” con Dermot Mulroney e Debra Messing; un film senza lode e senza infamia, romantico al punto giusto, della serie “e vissero tutti felici e contenti”, che guardi con un sorriso e occhi sognanti, un film gustabile  specialmente se accompagnato da un buon gelato ai frutti di bosco appena fatto.  

Condividi sui social

Menu