Un piatto gourmet per “Nespola” la nostra gatta

Le mie storie

In periodo di quarantena possiamo permetterci di dedicare un po’ di tempo per cucinare per la nostra famiglia, fin qui, non ho detto niente di nuovo, i social sono pieni di post, foto, video in cui tutti mostrano i loro piatti, da qui si evince che noi Italiani siamo un popolo di “cuochi” o comunque di appassionati di cucina. Ma, sempre da un’indagine sui social, molto spesso lo sono anche i nostri animali, per lo meno la mia gatta “Nespola” è non solo viziata (lo confesso…) ma è anche di palato fino. Qualche giorno fa, ho fatto il polpo in rosso e mi è venuto in mente di fare per lei, un piatto speciale che ho nominato “GELATINA DI POLPO IN ROSA”. Una volta che ho buttato giù la ricetta pensando ai nutrienti di cui ha bisogno un gatto, ho voluto confrontarmi con il mio amico Veterinario Francesco Fiorilli – con il quale ho scritto A TAVOLA CON NOI ed. Apice libri, un libro di alimentazione e di ricette per cani – e lui mi ha dato la sua approvazione anche se mi ha detto “che in natura è difficile che un gatto riesca a cacciare e mangiare un polpo” … Francesco ha ragione, ma Nespola, nonostante sia una gattina di un anno che corre in giardino, si arrampica sugli alberi, è grassa se caccia le lucertole! Ma non per cibarsene ma per giocare e portarmele come regalo in casa. Quindi, con il parere e consenso del Veterinario condivido la ricetta che seguirà.

Ho “spellato” un polpo di circa 600 gr: ho prima separato la testa dai tentacoli e poi li ho separati l’uno dall’altro, in modo che l’operazione diventasse più semplice. Il polpo l’ho cucinato per noi, la pelle l’ho riservata per Nespola.

Quindi gli ingredienti sono:

  • la pelle di un polpo medio piccolo
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • Acqua q.b.

Preparazione

Una volta recuperata la pelle del polpo, tagliarla con le forbici in piccoli pezzettini, poi prendere una piccola pentola, mettere il trito di pelle del polpo, un cucchiaio di olio e ricoprire con acqua, superando di un paio di dita il tutto, aggiungere anche un cucchiaio di farina di riso e scioglierla in modo da non avere grumi. Mettere sul fuoco e fare bollire per circa 30 minuti, aggiungendo acqua se necessario.  Si otterrà un composto di pesce in gelatina rosa che andrà servita a temperatura ambiente. Vi assicuro che Nespola ne è stata golosissima.

mde

Condividi sui social

Menu