Una colazione da Re

Le mie storie, Senza categoria

Un vecchio proverbio recita ” Colazione da re, pranzo da principe, cena da povero”, quante volte lo abbiamo sentito, però non sempre lo consideriamo un buon suggerimento. Specialmente noi italiani, ovviamente non tutti ma molti si, sono soliti consumare la prima colazione al bar, in piedi, di fretta, con un caffè oppure un cappuccino e una brioche..

La prima colazione, invece, dovrebbe essere un momento dedicato a noi stessi, con calma, seduti al tavolo, se possibile in compagnia, ma più che altro dovrebbe essere ricca di nutrienti, in modo da darci le giuste energie per iniziare la nostra giornata. Non voglio, in questa sede , fare un’analisi da un punto di vista nutrizionale (questo è compito delle/gli amiche/i nutrizioniste/i) ma da uno prettamente culinario.

Sarebbe buona abitudine consumare una giusta quantità di carboidrati (cereali), di proteine (vegetali o animali), di fibre. Cosa mettere quindi sulla nostra tavola da Re?

Carboidrati, ad esempio pane integrale, fette biscottate integrali, cereali, fiocchi d’avena, una fetta di torta fatta in casa…

Frutta fresca per fare il pieno di vitamine e fibre, ma anche frutta secca…

a tal proposito vi consiglio la mia ricetta del burro di mandorle senza zuccheri aggiunti, ottimo da spalmare , in giuste dosi, ad esempio su una fettina di pane integrale, o su una fetta biscottata ai cereali misti, accompagnato da un cucchiaino di confettura della vostra frutta preferita, possibilmente con pochi zuccheri aggiunti.

La frutta secca (mandorle, noci, pinoli, nocciole…) sappiamo come sia ricca di antiossidanti, capaci di rallentare l’invecchiamento cellulare.

Come bevande potremmo bere spremute, ovviamente di agrumi freschi, te verde (ricco di antiossidanti), te bianco (è un energizzante naturale spesso consigliato nelle diete ipocaloriche poiché è in grado di accelerare il metabolismo), latte scremato o parzialmente scremato, bevande di soia o di avena…

Veramente con un pò di attenzione e di creatività in cucina, la nostra giornata potrebbe iniziare in modo più salutare ed energizzante e se per farlo ci dovessimo svegliare qualche minuto prima, penso che ne varrebbe proprio la pena.

Menu